Corso MIS Anteriore

Negli ultimi anni è cresciuto l’interesse per l’utilizzo della Via Anteriore Diretta Mini-Invasiva per l’impianto delle protesi d’anca per il fatto che questa tecnica rappresenta l’unico accesso internervoso ed intermuscolare che consente di eseguire l’intervento con un minimo impatto sui tessuti molli. Diverse pubblicazioni hanno suggerito che questo accesso si associa ad un ridotto utilizzo di analgesici, ridotte perdite ematiche ed una precoce ripresa funzionale. Cionondimeno, la sua curva di apprendimento è impegnativa e richiede un graduale addestramento e la necessità acquisire dimestichezza anche attraverso la partecipazione ad interventi con chirurghi che praticano abitualmente questa tecnica.
Abbiamo pensato di organizzare questo breve corso su due giornate per condividere la nostra esperienza che ormai supera i 10 anni.

La prima giornata si terrà all’Ospedale di Seriate con 3 interventi chirurgici al mattino con ingresso in sala operatoria a turno dei partecipanti e live surgery per coloro che non sono in sala operatoria ed una parte di relazioni sulla tecnica chirurgica nel pomeriggio. Nella mattinata successiva ci si sposterà all’Ospedale di Treviglio per una sessione chirurgica di altri 2 interventi e alcune relazioni conclusive.
Per permettere la presenza in sala operatoria ad almeno 1 intervento a ciascuno dei partecipanti, il numero di iscritti è limitato a 10. Il corso vuole avere una significativa impronta pratica e di confronto e siamo certi che questa sarà una buona occasione di scambio professionale sia per coloro che intendono avvicinarsi a questa tecnica sia per coloro che già la praticano.

Dr. Carlo Trevisan Dr. Paolo Prati

Protesi d’anca “difficile”

PRESIDENTI: Dott. Giovanni Grano, Prof. Pietro Ruggieri

Venerdì 4 Maggio 2018 ORE 14.30

Hotel NH PADOVA
Via Niccolò Tommaseo, 61
35131 Padova

Cari Colleghi, abbiamo il piacere di organizzare il Corso Monotematico della Società Italiana dell’Anca. La chirurgia protesica dell’anca negli ultimi venti anni ha migliorato il suo standard grazie ai modelli protesici, ai materiali, alla biomeccanica, alle tecniche anestesiologiche, alla via d’accesso chirurgica ed ai protocolli post-operatori. Si è così affermata la filosofia della Tissue Sparing Surgery, cioè una chirurgia volta al massimo rispetto di tutte le strutture anatomiche non coinvolte dal processo patologico che rende necessario l’intervento di protesi d’anca. Tale filosofia ha destato grande entusiasmo tra i chirurghi ortopedici per i benefici in termini di rapidità nel recupero post-operatorio, ridotte perdite ematiche, ridotte complicanze intra e post-operatorie e migliori risultati estetici. Non dobbiamo, però, dimenticare che la protesizzazione dell’anca nasconde delle insidie soprattutto per la presenza di patologie che alterano notevolmente l’anatomia. Per questo abbiamo scelto come argomento LA PROTESI D’ANCA “DIFFICILE” e riunire alcuni tra i più autorevoli chirurghi dell’anca può essere utile per affrontare con la “giusta cautela” l’intervento di protesizzazione. Ringraziamo il Presidente ed il Consiglio direttivo della S.I.d.A. e vi aspettiamo numerosi per poter condividere un momento interessante e critico.

Visualizza il programma

La chirurgia protesica dell’anca Accesso Anteriore


Iscrizione:

La partecipazione gratuita sarà riservata ai primi 50 medici chirurghi che ne faranno richiesta, compilando la scheda di iscrizione allegata ed inviandola alla Segreteria Organizzativa.
Ai partecipanti verrà rilasciato un attestato di partecipazione.

Sede:
Hotel NH Napoli Ambassador
Via Medina, 70 – Napoli

Visualizza il programma

Design e fissazione biologica nell’artroplastica primaria dell’anca

Cari colleghi, negli ultimi decenni abbiamo registrato un crescente aumento degli interventi primari di protesi di anca, i pazienti sono sempre più informati sull’argomento e crescono sensibilmente anche le richieste funzionali. Il chirurgo ortopedico è chiamato a un costante aggiornamento sulle nuove tecniche di impianto e sui materiali e designer protesici. La biomeccanica e l’ingegneria dei materiali hanno fatto molti passi avanti che hanno permesso di mettere a punto nuovi tipi di protesi oggi ampiamente in uso. Il tema del Corso S.I.d.A., “DESIGN E FISSAZIONE BIOLOGICA NELL’ARTROPLASTICA PRIMARIA DELL’ANCA”, è molto attuale e adatto a stimolare la discussione tra le diverse figure professionali che il paziente incontra nel suo viaggio clinico-assistenziale che lo porta, passando per l’intervento chirurgico, al ritorno alla normalità.

Il Presidente del Corso
Rocco Romeo

Iscrizioni e modalità di partecipazione
L’iscrizione al convegno avverrà tramite prenotazione online dal sito www.priscoprovider.it, sezione Congressi & Convegni, CORSO S. I. d. A .“DESIGN E FISSAZIONE BIOLOGICA NELL’ARTROPLASTICA PRIMARIA DELL’ANCA”

La partecipazione al Corso è gratuita

DESTINATARI:

MEDICO CHIRURGO
Specializzazione in: Ortopedia e Traumatologia, Fisiatria, MMG

INFERMIERE
FISIOTERAPISTA

Crediti formativi: 6 ECM
Numero partecipanti: 100

Visualizza il programma

Materiali in artroprotesi primaria d’anca: superfici osteointegranti e tribologia

Carissimi,
ho l’onore di presiedere insieme al mio Direttore il Dott. A. Camera un corso monotematico della nostra società, la S.I.d.A.
In un’epoca in cui si assiste ad un moltiplicarsi di eventi congressuali, penso sia di notevole utilità dedicare una mattinata ad un argomento ultra-specialistico avvalendoci del contributo di importanti e riconosciuti esperti del settore.
Parleremo di materiali in chirurgia protesica di primo impianto dell’anca, con particolare riferimento alla osteointegrazione sul versante cotiloideo ed agli accoppiamenti tribologici.
Vi aspetto numerosi, interessati e critici nel mio ospedale, il “Santa Corona” di Pietra Ligure nell’aula dedicata ad uno tra i più grandi “maestri” del settore, il Prof. Lorenzo Spotorno.
Michele Gramazio
Resp. S.S. Chir. Protesica dell’Anca – Osp. Santa Corona
Delegato Regionale S.I.d.A.

Visualizza e scarica la locandina

Le fratture acetabolari “non solo sintesi”: il coinvolgimento poliarticolare delle fratture pelviche

Locandine-SIdA Scialpi

Locandine-SIdA ScialpiCari colleghi
Con grande piacere organizzo l’incontro regionale della SOCIETÀ ITALIANA DELL’ANCA per l’anno 2016.
Il tema scelto è la chirurgia delle fratture acetabolari ed il coinvolgimento poliarticolare delle fratture pelviche.
Discuteremo di aspetti diversi sul ruolo della protesizzazione in acuto e negli esiti, sia nel giovane che nell’anziano che necessita di un’autonomia funzionale rapida con un’unica soluzione chirurgica.
Affronteremo l’argomento delle fratture iatrogene di acetabolo e delle pseudoartrosi con le loro soluzioni ed infine della chirurgia protesica nelle instabilità lombo-pelviche e nelle disfunzioni sacro-iliache.
Sono sicuro che il tema sia di interesse comune e che insieme potremo arricchirci dell’esperienza di tutti.
Cordialità
Lorenzo Scialpi

Visualizza e scarica la locandina